Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento 07:31
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Lo scandalo dei piani di zona: il 20 arrivano gli sfratti. Appello di Usb/Asia per impedire un'altra ingiustizia
Lo scandalo dei Piani di Zona si abbatte su un numero crescente di cittadini romani: altri 27 sfratti, con richiesta di intervento della forza pubblica, sono annunciati per mercoledì 20 aprile nella zona di Castelverde.

Si tratta di famiglie cadute nella trappola dei Piani di Zona, acquistando la casa al prezzo massimo di cessione che con il passare del tempo è stato fatto lievitare a più del doppio, in violazione della stessa legge che regola questo importante intervento pubblico di edilizia agevolata.

Alle 27 famiglie, che hanno già pagato alla società costruttrice l'intero prezzo dell'alloggio, sono state consegnate case senza abitabilità, senza servizi e senza allaccio in fogna.

Gli immobili dei Piani di Zona sono stati realizzati per essere assegnati a famiglie in emergenza abitativa, su terreno del Comune di Roma e con il contributo di finanziamenti pubblici.

Nel caso di specie, per poter realizzare questi immobili la Società costruttrice CEE S.r.l. ha stipulato un contratto di mutuo con la Unipol Banca S.p.A., violando le norme previste con riferimento al mutuo agevolato regolato dal legislatore e relativo ai mutui accesi per la costruzione di immobili in regime di edilizia convenzionata.

A causa dell’inadempienza della società costruttrice nel pagamento delle rate del mutuo, ed a causa della successiva procedura di fallimento intentata dalla Banca ai danni della CEE S.r.l., gli immobili in oggetto sono stati pignorati. Così, nonostante abbiano già versato ingenti somme per l’acquisto della proprietà degli appartamenti in cui vivono, queste 27 famiglie si vedono ora costrette dall’autorità a rilasciare gli immobili.

Il Commissario Tronca e la Giunta Zingaretti non hanno svolto nessun ruolo di controllo e si sono resi complici di un sistema d'illegalità diffusa che copre questa grande speculazione ai danni della collettività.

L’AS.I.A./USB e la Carovana delle Periferie saranno a fianco degli inquilini dei PdZ truffati da società e cooperative e lanciano un appello a tutte le realtà sociali, alle forze democratiche e ai cittadini del quadrante sud-est della città a presidiare il 20 aprile dalle 7.00 del mattino le palazzine di Castelverde in via Madre Teresa Napoli angolo via delle Cerquete 180.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi