Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Roma, arresti e obblighi di firma questa mattina per tredici antifascisti. Contestarono Casapound nel 2016
"Questa mattina compagni e compagne antifascisti della citta' di Roma sono stati svegliati dalle forze dell'ordine. Un'operazione di polizia che ha colpito 13 compagni, con 9 obblighi di firma giornalieri e 4 arresti domiciliari per i fatti del corteo del 21 maggio 2016, 'Casapound not welcome'. In quell'occasione, con coraggio e determinazione, migliaia di persone sono scese in Piazza dell'Esquilino per esprimere un chiaro rifiuto alla sfilata dei fascisti di Casapound Italia e degli altri gruppi fascisti giunti da tutta Europa". Così nota Degage Roma - Sapienza Clandestina.

"In una giornata in cui e' stato messo in campo uno spropositato dispositivo poliziesco- prosegue la nota- e in cui la Questura fino all'ultimo ha tentato di impedire il corteo antifascista, i camerati hanno piu' volte provocato la piazza tentando di avvicinarsi ai compagni che prontamente hanno risposto e si sono autodifesi cacciando i rigurgiti fascisti. La ricostruzione ad opera dei media che afferma che il pulmino aggredito trasportasse turisti e' falsa e in linea con la ricostruzione dei fatti sostenuta dai camerati: i passeggeri dell'Ncc in questione sono noti appartenenti al gruppo nazista tedesco dei Barking Dogs, prossimo a Pegida".

"Inoltre- conclude la nota- non stupisce nemmeno la pronta collaborazione tra forze dell'ordine e camerati, che ha prodotto l'identificazione dei compagni e delle compagne colpiti dalle misure, come scritto nero su bianco negli atti della Questura di Roma. D'altronde la realta' di questa fase e' quella di un Europa dove razzismo e xenofobia tentano continuamente di prendersi spazi, dove il vento della paura verso il diverso soffia forte attraversando i confini dei nostri territori e dove personaggi come Salvini a Napoli, Casapound e Forza nuova a Roma, trovano liberta' di espressione e movimento che invece viene negata e repressa a chi vuole dire no a questa avanzata".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi