Martedì 19 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento 10:37
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Tortura: è una legge truffa e contro le vittime. Torniamo al testo Onu". La petizione di Ilaria Cucchi contro il testo uscito dal Senato
"Purtroppo il Senato ha approvato una legge truffa sulla tortura, scritta in modo da renderla inapplicabile e in totale contraddizione con la convenzione Onu sulla tortura e con le indicazioni contenute nella sentenza di condanna contro l’Italia della Corte europea per i diritti umani del 7 aprile 2015 (Cestaro vs Italia per il caso Diaz)". E' l'attacco dell'appello che in queste ore Ilaria Cucchi sta mandando in rete per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità di opporsi all'ennesima presa in giro. 

"E’ un testo provocatorio e inaccettabile, che il parlamento non può approvare, se l’Italia intende rimanere nel perimetro delle nazioni democratiche e all’interno della Convenzione europea sui diritti umani e le libertà fondamentali, firmata nel 1950", continua Cucchi.

Secondo Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, ucciso dopo il suo arresto per spaccio di droga, è nell’interesse dei cittadini e delle stesse forze di sicurezza "mantenere l’Italia nel perimetro della migliore civiltà giuridica". Da qui la richiesta ad Antigone, ad Amnesty International, alle associazioni, "a tutte le persone di buona volontà di battersi con ritrovata fermezza affinché la Camera dei deputati cambi rotta e il parlamento compia l’unica scelta seria possibile, ossia il ritorno al testo concordato in sede di Nazioni Unite".

clicca qui per firmare la petizione promossa da Ilaria Cucchi

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi