Mercoledì 26 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento 22:47
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Crisi, a Bologna aumentano i pignoramenti di immobili: nel 75% dei casi si tratta di abitazioni
A Bologna crescono i pignoramenti e i tempi degli sgomberi delle occupazioni abitative sono ancora troppo lenti. Questa la fotografia scattata da Ape-Confedilizia, secondo cui "nel primo semestre 2017, a Bologna e provincia, ci sono stati circa 630 pignoramenti di immobili, e altri 500 sono previsti nella seconda parte dell'anno, per un totale di 1.130 case, negozi e capannoni che nel 2018 saranno immessi sul mercato, contro i 1.030 dello scorso anno". Un aumento, chiosa la presidente bolognese di Confedilizia Elisabetta Brunelli, "causato dalla crisi economica, che mette in difficolta' chi sta pagando un mutuo o si trova improvvisamente indigente".

Quanto agli immobili che finiranno sul mercato nel 2018, l'associazione specifica che "circa il 75% sono abitazioni, il 15% immobili agrari e il restante 10% immobili commerciali". Per quanto riguarda, invece, le aste andate deserte, sembra che dopo anni di crescita sia in arrivo una battuta di arresto. L'anno scorso, infatti, il 48% delle aste e' andata a vuoto, mentre quest'anno la percentuale si aggira sul 45%.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi