Sabato 21 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


LIBRI & CONFLITTI. La recensione: RIPULITI. POSTFASCISTI DURANTE E DOPO BERLUSCONI, di D. Nalbone e G. Russo Spena

Libri & Conflitti. Ripuliti. Postafascisti durante e dopo Berlusconi, di Daniele Nalbone e Giacomo Russo Spena. Il titolo è una sintesi perfetta “Ripuliti” (Castelvecchi). Come altro definire la galassia neo e post fascista che da almeno 20 anni si aggira, agisce, si mimetizza, si divide e si riaggrega nel panorama politico?

Estratto dal libro QUI


Il titolo è una sintesi perfetta: “Ripuliti”. Come altro definire la galassia neo e post fascista che da almeno 20 anni si aggira, agisce, si mimetizza, si divide e si riaggrega nel panorama politico?
Sdoganati da Berlusconi che non solo li considera affabili interlocutori di cui condivide l’anticomunismo, i gruppi e gruppetti che si sono riformati negli anni Novanta, riescono a mantenere, soprattutto nelle metropoli, una propria identità plurima al di là delle contraddizioni di facciata. Linguaggi e stili movimentisti, capaci di attrarre giovani, soprattutto ma non solo dalle periferie, con parole d’ordine e slogan immediati: dalla giovinezza al potere all’odio verso banche e usurai, dal rifiuto dell’immigrazione in nome di una appartenenza comunitaria e nazionale, dall’integralismo religioso al sogno corporativo.
Molti si proclamano “fascisti del terzo millennio” non volendo attingere a nostalgie del passato e non rinunciando ad un revisionismo reazionario che ha permeato la cultura odierna. Sono rivoluzionari e ribelli, antagonisti per certi versi, salvo poi, durante le campagne elettorali cercare l’ala protettiva di alcuni candidati del Pdl.
Daniele Nalbone e Giacomo Russo Spena, giornalisti d’assalto, hanno indagato puntigliosamente in questo arcipelago, hanno intervistato alcune delle persone coinvolte, hanno attinto a piene mani nella vasta letteratura prodotta in materia per collegare i fili, riconnettere biografie, storie di singoli e di piccole ma aggressive organizzazioni.
Il risultato è in questo Ripuliti volume che non solo si legge bene, ma definisce bene i passaggi cruciali del connubio fra i tanti volti impresentabili del Pdl e il sottobosco fascistoide di riferimento.
Nomi e volti pubblicamente poco presentabili certo, ma in grado di influire nella scena pubblica, di entrare nei gangli vitali dell’amministrazione della Capitale grazie ad uno dei loro migliori supporter, quel Gianni Alemanno, tante volte pubblicamente rinnegato e insultato quanto poi, amabilmente supportato e accarezzato.
Dalla “Svolta di Fiuggi” con la nascita di A.N. alla fusione da alcuni mal digerita nel Pdl, di cui rappresentano il volto truce, ai saluti romani di fronte a Berlusconi invocato come nuovo duce fino a questa stagione incerta che si va a definire, in cui i “camerati” dovranno forse costruirsi una strada propria.

Ripuliti. Postfascisti durante e dopo Berlusconi
di Daniele Nalbone e Giacomo Russo Spena
Castelvecchi editore
collana 18 RX
pagine 189
euro 14,00
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi