Lunedì 26 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 12:54
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"Più Libri Più Liberi", dal 5 all'8. Per la dodicesima edizione il libro dell'anno scelto dai librai
“Parti da un libro”. Con questo slogan per il 2013 avrà il via dal 5 dicembre fino all’8 Più Libri Più Liberi, la dodicesima edizione della fiera nazionale della piccola e media editoria che, come di consueto verrà ospitata a Roma, negli spazi del palazzo dei Congressi. “Parti da un libro – per ripetere le parole di Enrico Iacometti, presidente del Gruppo Piccoli Editori dell’AIE – perché il libro è al centro di ogni attività culturale, dell’informazione, dell’identità e dell’educazione”.

Certo oggi i dati “relativi ai libri” non fanno sorridere né editori, né appassionati. L’editoria infatti non vive momenti facili. I dati raccontato che il numero dei piccoli e medi editori è diminuito e mostrano anche un calo del 20% delle vendite.

“Lo stesso assortimento dei libri –aggiunge Iacometti - nelle librerie è calato e quanto spinge i lettori a cercare i testi su Amazon. Una verità che danneggia fortemente l’editoria indipendente” e che aprirebbe un dibattito molto ampio. Eppure l’appuntamento che lo scorso anno ha registrato più di 50.000 visitatori, 293 stand e 415 espositori, quest’anno vedrà 374 espositori, ben 900 ospiti e sarà arricchito da 310 appuntamenti. Come dire? Gli artigiani del libro non mollano e scendono in fiera con i loro sofrozi, la loro passione e la loro voglia di risollevare una crisi che ha colpito duramente il settore.

“Una quattro giorni – ha spiegato Loredana Lipperini, scrittrice – che dà l’opportunità di sondare i nuovi umori dell’editoria” soprattutto per i non addetti ai lavori che avranno la possibilità di accedere alla fiera con un biglietto giornaliero intero di 6.00 euro (ridotto convenzionato 4,00 euro).

Come ogni anno anche per questa edizione non mancherà la presenza di Radio 3 Fahrenheit in diretta dal palazzo ogni giorno dalle 15:00 alle 18:00 fino all’8 dicembre quando verrà proclamato il libro dell’anno.
Una grande novità, accanto a questa tradizione: un altro librò vedrà “la vittoria”, ma in questo caso sarà scelto dai librai.

Una fiera che agli organizzatori costa circa un milione e trecentomila euro. Di questi, precisano, circa 120.000 sono per i dieci giorni di affitto del Palazzo dei Congressi. Fabio Del Giudice, spiega che a finanziare la fiera quest’anno sono stati la Regione Lazio, con circa 200.000 euro, la Provincia di Roma con 100.000, il Comune con 70.000. E poi ancora la Camera di Commercio con 75.000 e a chiudere il Ministero per i Beni culturali, che, rispetto al 2012 quando ha messo a disposizione ben 200.000 euro, per questo ha diminuito il contributo a 60 mila euro, meno di un terzo.

Centinaia gli appuntamenti in programma da poter consultare sul sito www.plpl.it, altrettanto numerosi gli ospiti, nazionali e internazionali. Ne ricordiamo solo alcuni, tra cui: Nanni Balestrini, Raffaele La Capria, Massimo Carlotto, Melania Mazzucco, Fabio Stassi, Erri De Luca, Andrea Camilleri, Loredana Lipperini. E poi ancora Edna O’Brien, com Tahar Ben Jelloun, il reporter messicano Diego Enrique Osorno, autore di un libro sulla guerra tra le gang di narcotrafficanti al confine con gli Stati Uniti.

Anche le Biblioteche di Roma saranno presenti con un programma ricco anche nello spazio Ragazzi e con un ciclo continuo di letture ad alata voce e incontri di vera informazione in collaborazione con editori, lettori professionisti e anche volontari.

Tutte le info necessarie e gli incontri si possono consultare su l web www.plpl.it. Qui si possono anche consultare i collegamenti diretti ai profili social su Facebook, Twitter (hashtag #piulibri13), Instagram, flickr e you tube.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi