Mercoledì 19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Libri & Conflitti. La recensione di IDEARIO BERLINGUER. PASSIONI E PAROLE DI UN LEADER SCOMODO
Libri & Conflitti. PRESENTAZIONE: lieti di invitarvi alla presentazione oggi, 10 giugno,  ore 19,30 Libreria Altroquando via del Governo Vecchio, 80 - Roma - introduce Germano Panettieri, direttore editoriale intervengono Giovanni Russo Spena, giurista Emiliano Sbaraglia, autore - Letture di Isabella Borghese 

l'estratto QUI


A trent’anni dalla morte di Enrico Berlinguer, avvenuta l’11 giugno 1984, la coraggiosa ed elegante casa editrice italo portoghese Nova Delphi Libri, già nota al pubblico di lettori italiano per aver tradotto Mauricio Rosencof, scrittori inediti in Italia come Tabish Khair, e pubblicato il talentuoso Filippo Manganaro, torna in libreria con Ideario Berlinguer. Passioni e parole di un leader scomodo, di Emiliano Sbaraglia. Ad arricchire il libro un’intervista a Luciana Castellina e la prefazione di Emanuele Macaluso.

Ideario Berlinguer, già edito nel 2004, in questa edizione è stato riproposto sempre come “strumento di conoscenza” – per usare le parole dell’autore – e per consegnare ai lettori la vita personale e politica del segretario del Partito Comunista a partire da una prima parte in cui il libro diventa un’occasione per meditare sulla sua stessa personalità, dagli anni della sua adolescenza fino a ripercorrere quelli della sua ascesa in politica, fino al 1969 quando è diventato vice-segretario del partito.

“Il viaggio e il mare; il coraggio e la sfida; la compagnia e la solitudine; il senso di libertà: tutte componenti delle personalità di Enrico Berlinguer, in ogni momento della sua vita”. E’ questo il miglior passo del libro per sintetizzare chi fosse stato quest’uomo, prima ancora di essere un leader politico.

La particolarità di Ideario Berlinguer è la sua seconda parte, quella che Emiliano Sbaraglia sceglie di consegnare non solo a stralci di interviste, interventi, dichiarazioni, estratti di articoli firmati da questo leader “scomodo” – per riprendere il titolo del libro -, ma soprattutto per permettere ai lettori di sfogliare un vero compendio che, dalla A alla Z possa presentare, seppur brevemente, con estrema chiarezza il suo pensiero.

E’ possibile così immergerci in parole non estranee alla nostra contemporaneità e che invece permettono di intraprendere un confronto con la politica e la vita dei cittadini di questi anni.

Si va allora da “austerità”, termine utilizzato oggi in economia, che nel concreto incide negativamente nella vita dei cittadini, e per cui già allora Berlinguer paventava la necessità di dover costruire un modello di vita individuale e collettivo diverso, in grado di diventare “l’occasione per una distribuzione più equa, e più umana, di beni materiali e valori etici”.
Ritroviamo poi in “Brigate rosse”, la critica ferrea del leader attraverso un discorso di Berlinguer del 16 marzo 1978. “Informazione e Intellettuali” contiene anche uno stralcio di un’intervista sulla Rai.

Ideario Berlinguer chiude con un’intervista a Luciana Castellina, “pagina” fondamentale de Il Manifesto, che conobbe Berlinguer nel 1947, quando era segretario della Fgci.

Ideario Berlinguer. Passioni e parole di un leader scomodo
di Emiliano Sbaraglia

Nova Delphi Libri
Collana: passatoprossimo
euro 9,00
Codice ISBN: 978-88-97376-33-0 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi