Martedì 16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, nasce nel circolo Prc del Tufello una biblioteca "gramsciana". Sabato l'inaugurazione
Hanno lavorato buona parte del periodo estivo i compagni del circolo Prc del Tufello. Dal loro impegno fisico, ma anche dalle loro idee che hanno come finalità l’aggregazione territoriale sotto l’egida della cultura storica della sinistra, nasce un nuovo luogo d’incontro, una biblioteca popolare. È un luogo in cui si potranno trovare testi classici sulla storia del movimento operaio italiano e internazionale, ma anche saggi di intellettuali e politici che hanno contribuito a diffondere con i loro testi la cultura della sinistra. Il 4 ottobre verrà inaugurato. 

Nella biblioteca vi si trovano preziosamente custodite le raccolte dell’Unita’ dal 1924, della Rinascita e alcune riviste dell’Ordine Nuovo. Tante sono le iniziative popolari che si intendono realizzare. Corsi d’italiano per le famiglie straniere (non solo per la trasmissione dei codici grammaticali, ma anche per l'inter-scambio culturale), ripetizioni per studenti in difficoltà socio-economica, corsi di scrittura creativa e di storia orale, seminari e corsi di formazione, cine forum e presentazione di libri, già previste fino a Dicembre. Ci credono i compagni, ci credono molto questa volta che dalla cultura popolare possa nascere un orto sociale, una nuova società di mutuo soccorso e un nuovo modo di apertura al diverso, a chi non osa, a chi non sa.

Intitolare il progetto biblioteca ad Antonio Gramsci vuole intendere un significato di profonda apertura anche verso chi oggi si è allontanato dall'idea comunista, nonostante ce ne sia più bisogno che mai. A chi non crede più nella politica come strumento di cambiamento e riscatto sociale. Si è scelto il nome di Gramsci per dare un segnale di internazionalità, cogliendo il senso più sostanziale della sua lezione: tenere duro nella sconfitta e al tempo stesso, interrogarsi sulle ragioni vere e profonde della crisi, per trovarne le vie d’uscita.

L’appello del segretario del circolo, Roberto Villani: “Stiamo per aprire una biblioteca "gramsciana" nel quartiere popolare Valmelaina-Tufello. L'inaugurazione verrà fatta il 4 ottobre alle ore 18. E' un progetto autogestito per cui, sarà molto gradito l'aiuto dei compagni che vorranno sostenerci portando testi su politica e storia del movimento operaio!”

“Istruitevi perché abbiamo bisogno di tutta la nostra intelligenza.
Agitatevi perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo.
Organizzatevi perché abbiamo bisogno di tutta la nostra forza”
(Antonio Gramsci)

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi