Martedì 01 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Critica l'alternanza scuola-lavoro e il preside per "educarlo" gli dà l'insuficienza in condotta
Un sei in condotta perché protesta contro l'alternanza scuola-lavoro. E' accaduto in un istituto di Carpi, in provincia di Modena dove nei confronti di uno studente minorenne che ha pubblicato su Facebook un post in cui criticava il progetto di alternanza scuola-lavoro si è arrivati ad un provvedimiento di "rieducazione". 
Il giovane, che frequenta una classe quarta, avrebbe espresso sul social il disappunto per il mancato pagamento del lavoro svolto nel progetto didattico che porta gli studenti dai banchi di scuola all'interno di realtà lavorative. Il preside dell'istituto ha spiegato che le critiche del giovane sarebbero arrivate "proprio il primo giorno in azienda, quando le imprese, tra le prime caratteristiche che chiedono c'è la buona educazione, al di là delle competenze tecniche. Sul caso è intervenuto il Movimento giovanile della sinistra di Modena, parlando di un atto "vergognoso, una intimidazione gravissima. Nel comunicato del preside - aggiunge il movimento in una nota - si fa riferimento a un non meglio identificato pregiudizio ideologico del ragazzo. A noi pare che di ideologico (e della peggior ideologia) vi sia unicamente l'atteggiamento di chi vuole una scuola fatta di tanti soldatini obbedienti, sottomessi e silenziosi, disposti ad accettare in silenzio, qualsiasi cosa".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi