Venerdì 24 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 12:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
I grandi del mondo diventano 7 nani

25/11/2009 17:24 | ECONOMIA - INTERNAZIONALE | Fonte: corriere

Azione dimostrativa di C-Gap: i leader del G7 in versione «mini». «La povertà non è una favola»

ROMA - C'è Barack Obama «dotto», Angela Merkel «pisolo» e Silvio Berlusconi «cucciolo»: C-Gap, coalizione italiana contro la povertà, ha portato mercoledì mattina in piazza del Popolo i leader del G7 in versione «7 nani» di Biancaneve.

IL MESSAGGIO - Un'azione dimostrativa animata per smascherare la «bassa» statura politica dei 7 Paesi più industrializzati del mondo che non riescono a mantenere gli impegni presi per la sviluppo e la cooperazione nel sud del mondo. Sullo sfondo uno gigante «O,7%» in polistirolo, la percentuale del Pil che entro il 2015 i leader del G-7 si sono impegnati a destinare allo sviluppo. «Una percentuale evidentemente troppo elevata» ha spiegato Elisa Bacciotti della C-Gap e verso la quale i 7 figuranti-leader, con tanto di maschera in volto, cappello verde, casacca e bandierina, tendono ma senza mai riuscire a raggiungere.

«RISPETTARE GLI IMPEGNI» - Obiettivo dell'azione dimostrativa quello «di sensibilizzare il Parlamento italiano - ha aggiunto Bacciotti - proprio nei giorni in cui si discute della Finanziaria, a rispettare gli impegni presi senza ulteriori tagli alla cooperazione». E se Obama è «dotto», Berlusconi è «cucciolo» poiché, come ha spiegato la rappresentante di C-Gap «l'Italia è l'ultimo Paese per volume totale di aiuti». «La povertà non è una favola» recita un cartellone che campeggia in piazza. E ancora «I G7-nani giocano con i numeri invece di agire! Il Parlamento italiano nella Finanziaria mantenga le promesse sull'aiuto allo sviluppo».

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi