Sabato 24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 11:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
CRISI ECONOMICA: FEDERCONSUMATORI, A CAUSA MIOPIA DEL GOVERNO SI E' PERSA UN'OCCASIONE

(IRIS) - ROMA, 4 DIC - "I dati diffusi oggi dal Censis sulla profonda crisi che sta interessando le famiglie italiane non fa altro che confermare le analisi fatte da Federconsumatori ed Adusbef sull’andamento consumi". E' quanto affermano Federconsumatori e Adusbef.

Secondo le stime dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, infatti, la caduta dei consumi, nel 2009, si attesterà ad un meno 2,5-3%, ed addirittura al meno 4% per le famiglie a reddito fisso, con una riduzione complessiva della spesa di 30 miliardi di Euro. Tale situazione sta comportando gravi ricadute sul benessere delle famiglie, oltre che sull’intero tessuto industriale del nostro Paese.

Infatti è l’aumento drammatico di cassaintegrati e disoccupati che incide in maniera negativa sui bilanci delle famiglie: con una riduzione del potere di acquisto per l’intero universo delle famiglie (24 milioni) pari a 492 Euro annui per nucleo familiare; solo per quanto riguarda la tredicesima, con una riduzione del monte tredicesime di circa 650 milioni di Euro.

"Tutto questo influirà negativamente anche sui consumi relativi al Natale, che, come già abbiamo affermato, si preannuncia “surgelato”, con una diminuzione dei consumi (ribadiamo, esclusivamente per i consumi natalizi) del 23%" osservano le due associazioni.

"Colpevole di questa situazione è sicuramente la miopia sia del Governo, che non ha voluto detassare la tredicesima, sia dei commercianti, che non ha voluto anticipare i saldi, come, invece, ha fatto la città di New York. Si è persa un’occasione importante per rimettere in moto l’economia e, soprattutto, per rilanciare il reddito delle famiglie, costrette a tagliare anche i consumi in un settore fondamentale quale quello alimentare" concludono Federconsumatori ed Adusbef.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi