Giovedì 13 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
FISCO: CGIL A TREMONTI, LAVORATORI E FAMIGLIE PIÙ POVERE, SERVE EQUITÀ


Roma, 27 gen - «Lavoratori, pensionati e famiglie medie, solo tra 2002 e 2008, hanno visto ridursi progressivamente il loro potere d'acquisto mediamente di 1.500 euro, mentre negli ultimi 30 anni hanno visto aumentare le proprie tasse di 3.285 euro annui, pari a circa 274 euro mensili, oltre alla mancata restituzione del fiscal drag che, tra 2002 e 2008, pesa circa 1.200 euro». Lo segnala il segretario confederale della Cgil, Agostino Megale, al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ricordandogli che «parlare di equità non è affatto un esercizio astratto, come sostiene, ma è semplicemente giusto, soprattutto guardando alle ragioni che hanno indotto la Cgil ad aprire una vertenza con il Governo». Secondo Megale, serve «un fisco giusto, una riforma fiscale strutturale basata su un graduale riequilibrio del peso del fisco, attraverso uno spostamento del prelievo dai redditi da lavoro e da pensione verso le rendite e i patrimoni, e su una vera lotta all'evasione».
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi