Venerdì 30 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:08
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
FRENA L'ECONOMIA CINESE, BORSE EUROPEE IN CALO
(AGI) - Pechino, 13 ott. - Frenano in Cina le esportazioni e le importazioni a settembre, a dimostrazione che il rallentamento dell'economia globale si fa sentire. Il surplus commerciale di Pechino scende dai 17,8 miliardi di dollari di agosto a 14,5 miliardi di dollari. L'export cresce del 17,1% annuale, contro il 24,5% di agosto e l'import rallenta da +30,2% +20,9%. La domanda esterna e' diminuita, influenzando negativamente la crescita delle esportazioni, che risentono anche del rafforzamento dello yuan. Il calo delle importazioni e' invece legato alla stretta imposta dalle autorita' cinesi al credito e al bilancio per ridurre l'inflazione. BORSE EUROPEE

APRONO IN CALO, PESANO DATI CINESI Sulla scia della frenata dell'export e dell'import in Cina a settembre, le borse europee aprono in negativo. A Londra l'indice Ftse 100 arretra dello 0,6%. A Milano il Ftse Mib perde lo 0,53% a 16.418 punti. A Francoforte il Dax cede lo 0,4%, come il Cac 40 di Parigi. Giu' dello 0,2% Madrid.

BORSE ASIATICHE IN RIALZO, CRESCE OTTIMISMO PER EUROPA Borse asiatiche sono invece in rialzo, sulla scia dell'accresciuto ottimismo dei mercati per le possibili soluzioni della crisi europea. Tokyo chiude positiva dello 0,97%. Seul termina a +0,75%. Hong Kong avanza dell'1,2% e Shanghai dello 0,64%. .
 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi