Mercoledì 15 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento 07:43
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
CRISI: ISTAT, CRESCENTI DIFFICOLTÀ ACCESSO A CREDITO, COLPISCE PIÙ PMI
«L'attività di investimento ha risentito delle crescenti difficoltà incontrate dalle imprese nell'accesso al credito bancario, con effetti di razionamento che hanno colpito soprattutto le imprese di piccola e media dimensione». È quanto afferma presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, nel corso dell'audizione sul Def nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato. «L'elevata incertezza che segna l'attuale fase ciclica e la crescita della capacità produttiva inutilizzata costituiscono il principale fattore di freno alle decisioni di investimento delle imprese», spiega il presidente. Inoltre, Queste difficoltà sono continuate anche nei primi mesi del 2012. «Un allentamento delle tensioni creditizie è stato, invece, registrato per le imprese medie e grandi», annuncia Giovannini. Nel primo trimestre dell'anno in corso, «indicazioni di un miglioramento delle condizioni per investire sembrano delinearsi nel settore manifatturiero, mentre restano difficili le condizioni per gli investimenti in costruzioni». Al parziale recupero osservato nel primo trimestre 2012 «potrebbero avere contribuito gli interventi della Bce volti ad aumentare la liquidità».
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi