Giovedì 23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 18:12
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Banche, Adusbef: Hanno preso 274 miliardi dalla Bce e ora strozzano famiglie e imprese
«Le banche italiane, che hanno avuto 274 miliardi di euro di prestiti triennali dalla Bce al tasso dell'1%, invece di indirizzare una parte di quella enorme massa monetaria verso le attività produttive, assecondando la richiesta di credito proveniente da famiglie e pmi, preferiscono acquistare i titoli di Stato, per conseguire profitti a colpo sicuro senza il rischio d'impresa». A sostenerlo sono l'Adusbef e Federconsumatori. Nei dodici mesi terminati a febbraio, le banche italiane, rilevano le due associazioni dei consumatori, «hanno puntato decisamente sui titoli di Stato, aumentando la loro esposizione di circa 74 miliardi di euro (+24,3%), con uno stock di 378 miliardi rispetto a 304 miliardi dell'anno precedente; crescita minore delle altre istituzioni finanziarie, che hanno aumentato i loro portafogli titoli di Stato del 15,8%,portandoli a 347 miliardi dai 300 di 12 mesi prima; ancora meno di Bankitalia, che a febbraio 2013 aveva Bot, Btp, Cct e Ctz per 96,891 miliardi, il 6,1% in più di un anno prima». Secondo l'ultimo bollettino della Banca Centrale italiana infatti, nei portafogli delle banche, della Banca d'Italia, ed altre istituzioni finanziarie (Fondi, Sim, assicurazioni,società finanziarie,ecc.), sottolineano Adusbef e Federconsumatori, «ci sono così 822,6 miliardi di euro, contro 695,566 di un anno prima, con un incremento di ben 127 miliardi di euro sottratti alle attività produttive».
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi