Domenica 19 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 09:19
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Eurostat: paghiamo gli aumenti della luce il doppio degli altri paesi europei
Nell'Ue a 27 i prezzi delle bollette per l'elettricita' consumata dalle famiglie sono cresciuti del 6,6% tra la seconda meta' del 2011 e la seconda meta' del 2012, dopo un incremento del 6,3% tra la seconda meta' del 2010 e lo stesso periodo del 2011. Le bollette del gas, invece, sono cresciute del 10,3% nell'Ue a 27 tra la seconda meta' del 2011 e lo stesso periodo del 2012, dopo l'aumento del 12,6% tra la seconda meta' del 2010 e la seconda meta' del 2011.
Pero', tra la seconda meta' del 2011 e la seconda meta' del 2012 l'aumento sopportato dalle famiglie italiane e' stato dell'11,2% per la luce (terzi dopo il +20,6% di Cipro e il +14,5% della Grecia), mentre per il gas e' stato del 10,6% (qui gli aumenti ci vedono solo noni). Questi i dati diffusi oggi da Eurostat.
Se andiamo a vedere la classifica del 'caro bolletta' in valori assoluti, la piu' leggera la troviamo in Bulgaria (9,6 euro per 100 kiloWattora), Romania (10,8) ed Estonia (11,2). E' invece decisamente piu' pesante in Danimarca (29,7 euro per 100 kWh), Cipro (29,1), Germania (26,8) e Italia (23). La media dell'Ue a 27 e' di 19,7 euro.
Per quel che riguarda il gas, l'aumento maggiore tra la seconda meta' del 2011 e lo stesso periodo del 2012 si e' avuto in Lettonia, +21%, seguita dalla Estonia (+19%) e dalla Bulgaria (+18%). Unica diminuzione in Slovenia, -8%. In valore assoluto, i prezzi piu' bassi si registrano in Romania (2,7 euro per 100 kiloWattora), Slovacchia (5,1) e Estonia (5,2). I piu' alti in Svezia (12,7 euro per 100 kWh), Danimarca (10,8) e Grecia (10,2). La media dell'Ue a 27 e' di 7,2 euro per 100 kWh.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi