Lunedì 20 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 11:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Crisi, disoccupati rubano pesche per venderle
Succede anche questo. Disoccupati, ormai senza un soldo in tasca, hanno pensato di rubare delle pesche in una azienda agricola per poi venderle. Così almeno guadagnavano qualche euro. I protagonisti, cinque giovani tra i 23 e i 30 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a Cassano allo Ionio e poi sottoposti all'obbligo di firma. I cinque, tutti incensurati, sono stati arrestati per furto mentre caricavano le pesche su un furgone. Durante l'udienza di convalida i cinque giovani hanno riferito di aver deciso di rubare le pesche per poi vendere e riuscire a guadagnare qualche euro per il loro sostentamento. Il giudice ha convalidato l'arresto ed ha disposto l'obbligo di firma. Alla fine questi ragazzi sono deliquenti? Noi pensiamo di no!
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi