Martedì 23 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:49
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Altre inchieste per il disastro ambientale in Val d'Agri provocato dagli impianti petroliferi. Intervista (audio) ad Enzo Di Salvatore
Cinque pubblici ufficiali facenti capo al C.T.R. (Comitato Tecnico Regionale) della Basilicata, organo di vigilanza sugli impianti a rischio di incidente rilevante, qual è lo stabilimento di Viggiano in Val d'Agri, sono sotto inchiesta della magistratura I reati ipotizzati a fondamento del provvedimento cautelare sono: Concorso in falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atti pubblici; Concorso in rifiuto in atti d’ufficio e Abuso d’ufficio. Le indagini, coordinate dalla Procura di Potenza e svolte dai carabinieri del N.O.E. a seguito di un copioso sversamento di greggio, proveniente dai serbatoi del Cova nelle falde acquifere sotterranee, con contestuale compromissione delle matrici ambientali “sottosuolo” e “acqua superficiale”, avrebbero accertato il mancato intervento del Ctr di fronte all'aperta e dichiarata non osservanza da parte dell’Eni delle norme ul rispetto dell'ambiente. 

L’evento, qualificato “incidente rilevante” dal ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, ha causatola contaminazione e la compromissione di 26.000 (ventiseimila) mq di suolo e sottosuolo dell’area industriale di Viggiano e del reticolo idrografico a valle dell’impluvio denominato “fossa del lupo”.

Per Enzo Di Salvatore, tra i leader del movimento No-Triv, "è chiaro che i nodi stanno venendo al pettine e che la scelta che va fatta è tra due modelli di economia che sono antitetici, da una parte quello dell'Eni, che in Basilicata, secondo quanto dicono le indagini fino a questo punto, starebbe portando al disastro ecologico, dall'altro quello basato sull'ambiente e l'agricoltura. Il punto è che questo governo che si era detto No-Triv parrebbe non avere nessuna intenzione di sganciarsi dalle solite lobby dell'energia".

clicca qui per ascoltare intervista ad Enzo Di Salvatore
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi