Martedì 22 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 23:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
14:51 - LAVORO: FAMMONI (CGIL), BLOCCARE LICENZIAMENTI

(ASCA) - Roma, 14 dic - ''Occorre produrre il massimo sforzo di tutele per bloccare i licenziamenti e occorre far ripartire la produzione in maniera consistente''. E' quanto rileva il segretario confederale della Cgil, Fulvio Fammoni, alla luce della stima sull'occupazione diffusa oggi Eurostat.

Secondo il dirigente sindacale, i dati dell'istituto statistico europeo ''ci dicono, come era prevedibile, che l'Italia si e' allineata al trend europeo. Gia' il dato Istat su ottobre aveva rilevato un peggioramento della situazione nel nostro paese. Ed e' questo il punto che non si vuole affrontare: anche grazie alla cassa integrazione il dato sull'occupazione in Italia ha subito una evoluzione piu' lenta ma adesso siamo ad uno snodo chiave''. ''Molte imprese - sottolinea Fammoni - sono ancora a rischio chiusura, altre usano impropriamente la crisi per ristrutturale, altre ancora stanno programmando la propria attivita' futura sulla base di una previsione di produzione piatta. Per questo e' oggi che occorre produrre il massimo sforzo di tutele per bloccare i licenziamenti e occorre far ripartire la produzione in maniera consistente. Ma se l'obiettivo centrale per lo sviluppo e' non chiudere imprese e non perdere lavoro la inadeguatezza della Legge Finanziaria - conclude - e' sotto gli occhi di tutti''. ram/sam/bra

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi