Sabato 21 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Operai licenziati rubavano tra gli scaffali

07/12/2009 14:14 | LAVORO - LOMBARDIA

"Non riusciamo ad arrivare a fine mese"
Italiani e incensurati. I carabinieri di Rho (Milano): "Sono i nuovi poveri"
di Gabriele Cereda
Rubano per fame tra gli scaffali del supermercato. Due italiani di 26 e 40 anni, operai, incensurati, rimasti senza lavoro, sono stati sorpresi dai carabinieri di Rho mentre infilavano nei cappotti generi alimentari. Per loro sono scattate le manette.

"Abbiamo perso il lavoro, non riusciamo ad arrivare alla fine del mese", si sono giustificati davanti ai militari che li hanno colti sul fatto. Mischiati tra la folla che ha invaso gli ipermercati per il primo weekend di dicembre, i due speravano di passare inosservati. Ma telecamere degli esercizi commerciali e forze dell'ordine in borghese hanno subito notato gli strani movimenti.

Non è il primo episodio del genere nella zona. Con il passare dei mesi, per molte famiglie rimaste senza impiego l'acquisto dei beni di prima necessità è diventata una corsa ad ostacoli. "È la nuova categoria dei poveri da crisi economica, alcuni dei quali sono costretti a rubare per sopravvivere", fanno sapere dalla caserma dei carabinieri. (07 dicembre 2009)
da repubblica.it

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi