Domenica 29 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 20:01
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
LAVORO: SECONDA NOTTE SUL TETTO PER OPERAI NOVACETA MAGENTA


MILANO, 13 GEN - Trascorreranno la notte sul tetto gli operai della Novaceta di Magenta (Milano) che ieri sono saliti sopra la mensa dell'azienda, decisi a mantenere il presidio «fino a quando non verranno riprese le attività produttive».
Lo ha reso noto il coordinatore nazionale della Cub Walter Montagnoli, che oggi ha partecipato al presidio fuori dai cancelli della fabbrica assieme a un centinaio di dipendenti per protestare contro «il rischio della dismissione industriale dell'area». Il prossimo appuntamento per i sindacati è fissato per il 18 gennaio, quando incontreranno i rappresentanti del comune di Magenta, della provincia di Milano, i proprietari del terreno e della fabbrica per discutere su un eventuale piano industriale per far ripartire la produzione.
«Abbiamo incontrato oggi davanti alla fabbrica il proprietario del terreno - ha spiegato Montagnoli - e non si è detto contrario alla nostra idea di creare una cooperativa di lavoratori per proseguire le attività, purchè si paghi l'affitto. Si sono fatti vedere anche i rappresentanti della proprietà dell'azienda - ha concluso - che hanno detto di essere pronti a presentare una proposta per l'incontro del 18».
I sette lavoratori dormiranno in alcune tende montate sul tetto, mentre davanti ai cancelli rimarranno in presidio alcuni dipendenti dell'azienda specializzata nella produzione di fibre tessili, che conta circa 180 lavoratori su 200 in cassa integrazione straordinaria. «Il 18 solleciteremo la proprietà a non abbandonare la produzione industriale - ha spiegato Rosario Sergi, segretario della Filcem-Cgil territoriale - e a lavorare con la provincia per far ripartire le attività».
(ANSA).
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi