Giovedì 13 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
BANKITALIA: MEGALE (CGIL), RIDURRE TASSE LAVORO E PENSIONI


ROMA, 15 GEN - «Subito una riduzione delle tasse sui redditi da lavoro e da pensione». È il segretario confederale della Cgil, Agostino Megale, a dirlo alla luce dei dati della Banca d'Italia che denuncia una perdita del potere d'acquisto e un calo dei consumi.
«È esattamente così - spiega il dirigente sindacale - le famiglie a reddito medio-basso faticano a pagare mutui e bollette mentre i redditi da lavoro e da pensione, anche nel 2009, hanno continuato a pagare più tasse degli altri, subendo così un'ulteriore riduzione del potere d'acquisto».
Inoltre, dal bollettino economico della Banca d'Italia emerge, aggiunge Megale, «un quadro preciso e puntuale della debolezza della ripresa italiana rispetto al resto delle economie avanzate e dell'arretratezza del nostro sistema-paese anche nel pieno della crisi. I dati rendono altrettanto evidente che il nostro paese non tornerà ai livelli di crescita precedenti alla crisi prima di 2014-2015, impiegando almeno due anni in più degli altri paesi europei».
Tutti motivi per i quali, conclude Megale, «servirebbe subito quella riduzione delle tasse sui redditi da lavoro e da pensione per la quale abbiamo chiesto al governo di aprire immediatamente un tavolo di confronto tra l'effetto annuncio propagandistico di una riforma fiscale e, subito dopo, la marcia indietro». (ANSA).
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi