Sabato 15 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
LAVORO: CGIL, GLI 'SCORAGGIATÌ SONO 1 MILIONE E 363MILA


Cassa integrazione e lavoratori 'scoraggiatì sono entrati già da qualche tempo, a pieno titolo, nelle previsioni sull'occupazione. Oggi è il turno della Banca d'Italia, ma anche Confindustria, e ancora prima la Cgil, avevano fornito una 'fotografià alternativa ai dati ufficiali sull'andamento del mercato del lavoro.
Nei calcoli messi a punto nei mesi scorsi dalla Confederazione di Corso Italia, infatti, erano entrati i cosidetti «scoraggiati», quelli cioè che ritengono di non riuscire a trovare lavoro e per questo neanche lo cercano. Un vero e proprio «esercito» che la Cgil stima in 1 milione 363 mila persone che sommate a 1 milione 841 mila disoccupati ufficiali ritocca verso l'alto, con un incremento del 4,6%, il tasso di disoccupazione complessivo del II trimestre 2009 che salirebbe così dal 7,4% dell'Istat al 12%.
Anche Viale dell'Astronomia, nell'ultimo Report del Centro studi presentato a dicembre, aveva legato la previsione della disoccupazione per il 2010-211 alla percentuale di 'riassorbimentò dei lavoratori dalla Cassa integrazione: i posti di lavoro persi tra il 2008 ed il 2010, infatti, ammonterebbero a 665 mila nel caso in cui il 70% dei lavoratori in Cig rientrassero in azienda. Un dato però che la crisi ecomica potrebbe aggiornare diversamente: se la percentuale di assorbimento scendesse infatti al 40%, dicevano gli economisti di Confindustria, i posti di lavoro a rischio tra il 2008 ed il 2010 salirebbero a 700 mila con altri 70 mila nel 2011.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi