Domenica 22 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento 11:53
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
POMIGLIANO; IL CENTRO SINISTRA IN LIBERTA’
Ve li ricordate? Molti di loro, si sono visti spesso davanti ai cancelli delle fabbriche prima delle elezioni per chiedere il voto utile in nome della lotta contro Berlusconi. Ricordatevi di loro, e tenetevi bene in mente quello che hanno detto in queste ore, e quello che non hanno detto. Di tutto potevamo aspettarci, ma non di certo che nella vicenda di Pomigliano gli esponenti di spicco del centro sinistra dicessero le stesse parole di Brunetta, di Marchionne, dei padroni. La lezione di Pomigliano serva anche di monito alla sinistra del centro sinistra, quella che pensa di costruire l'alternativa con i banchetti delle primarie. Non è questione di chi farà il leader, è questione di scegliere con chi schierarsi, condividere semplicemente l'idea di poter governare con questo impasto d'interessi, vuol dire stare dalla parte di chi vuol piegare la classe operaia italiana. Noi di controlacrisi.org rinnoviamo l'appello, organizziamo la resistenza subito e concentriamo le forze per essere utili nella crisi, dobbiamo riorganizzare la sinistra di classe nei modi e nelle forme più utili a difendere i lavoratori nel vivo dello scontro che i padroni hanno aperto, non disperdiamo altre energie. La crisi non sarà un pranzo di gala.

Se avete stomaco leggetevi pure le ultime dichiarazioni dei noti esponenti del centro sinistra italiano...

FIAT: PRODI, A POMIGLIANO DAI TEMPI DELL'IRI BEN POCO È CAMBIATO
FIAT: PRODI, A POMIGLIANO DAI TEMPI DELL'IRI BEN POCO È CAMBIATO = Roma, 20 giu. (Adnkronos) - «In questi giorni ho chiesto spiegazioni, c'è chidice che si tratta di una questione temporanea. Confidiamo che si risolva, ma il problema della produttività indubbiamente esiste». Romano Prodi, in un colloquio con il 'Corriere della serà, parla dei problemi dello stabilimento di Pomigliano. «Nessuno sembra rammentare che qualche anno fa Marchionne fece un esperimento per riorganizzare lo stabilimento: lo chiuse per un paio di mesi allo scopo di risistemare tutto -spiega Prodi a proposito del problema dell'assenteismo-. Trovai la cosa molto utile, seria, intelligente. Poi però non si è saputo più nulla dell'esito di quell'esperimento che doveva servire a ristrutturare la testa della gente. Non se n'è mai più parlato. Se però tre anni dopo siamo allo stesso punto...».

FIAT: FASSINO, SULL'ASSENTEISMO SI È FATTO FINTA DI NON VEDERE
FIAT: FASSINO, SULL'ASSENTEISMO SI È FATTO FINTA DI NON VEDERE = Roma, 20 giu. (Adnkronos) - «Io mi auguro che vincano i sì. Perchè questo garantirebbe occupazione e prospettiva in un'area del Paese dove la carenza di lavoro è endemica. E perchè senza il piano di ristrutturazione il destino dello stabilimento sembra irrimediabilmente segnato». Lo dice, in una intervista a 'Repubblicà, Piero Fassino parlando dell'accordo su Pomigliano. «Le proposte dell'azienda nascono dalla necessità di far fronte alla concorrenza e sul quel metro vanno misurate», dice il dirigente del Pd che legge nelle parole del segretario del Fiom Landini «una interpretazione politica» della vicenda dell'accordo. «Alcune proposte possono essere in conflitto con i diritti fondamentali», ammette Fassino che tra l'altro spiega: «La questione dell'assenteismo non è nata ieri a Pomilgiano e per anni e anni il sindacato, e anche la politica, hanno fatto finta di non vedere. E quando si arriva tardi si rischia sempre di pagare un prezzo più alto». (Pol/Col/Adnkronos) 20-GIU-10 11:41 NNN

FIAT: MERLO, NEL PD QUALCUNO ANCORA FERMO AL PCI
POL S0A QBXB FIAT: MERLO, NEL PD QUALCUNO ANCORA FERMO AL PCI (ANSA) - ROMA, 20 GIU - «È semplicemente incredibile che in un partito di governo come il Pd ci siano esponenti, anche di primo piano, che mettono in discussione l'accordo di Pomigliano pensando che, cos facendo, si possa rilanciare un progetto di crescita industriale e produttivo nel nostro paese», dichiara il deputato del Pd Giorgio Merlo. «Il sindacato come 'cinghia di trasmissionè del partito - osserva Merlo - Š definitivamente archiviato con la fine del Pci. Forse Š bene che se ne rendano conto - conclude il parlamentare PD - anche coloro che pensano ancora che il Pd non sia altro che la prosecuzione aggiornata di quella storia politica». (ANSA). COM-CLA 20-GIU-10 13:10 NNN
FINE DISPACCIO
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi