Mercoledì 05 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 08:32
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
FERRERO: "BERLUSCONI NON SI PRENDA GIOCO LAVORATORI VINYLS. SOLUZIONE SI CHIAMA ENI"
Roma, 23 set. 2010 - "Dal momento che domani Berlusconi incontra a Roma i lavoratori dell'industria chimica Vinyls della Sardegna, vorrei invitarlo risolutamente a smetterla con le sceneggiate, teatrali quanto inconcludenti, attraverso cui si prende solo gioco dei lavoratori senza fare assolutamente niente per risolvere la crisi del settore". E' quanto scrive il segretario nazionale del Prc/Federazione della Sinistra, Paolo Ferrero, in una nota relativa ai problemi dell’industria chimica in Italia. "Anziché delle solite promesse, per l'industria chimica il premier faccia finalmente una cosa concreta - esorta Ferrero - Convochi immediatamente il Tavolo Nazionale della chimica per dare una soluzione concreta e complessiva tutto il settore".
"Le conosciamo bene le promesse di Berlusconi - ricorda il leader di Rifondazione - Prima delle elezioni regionali sarde garantì la continuità produttiva dell’industria chimica, ma questi impianti non sono mai ripartiti e oggi sono pronti per lo smantellamento. Invece una soluzione per l’industria chimica il governo ce l’ha in casa e si chiama Eni: pensiamo sia giunto il momento di dire basta alla distruzione dell’industria chimica messa in atto da Paolo Scaroni".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi