Venerdì 04 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
FRANCIA: SCIOPERO DEI TRASPORTI CONTRO RIFORMA PENSIONI, DIMINUITE CORSE TRENI, AEREI E METRO. SI ASPETTA UNA FORTE MOBILITAZIONE
Parigi, 23 set. - (Adnkronos) - Proseguono i disagi in Francia per gli scioperi da varie sigle sindacali contro la riforme delle pensioni. L'agitazione, iniziata ieri pomeriggio alle 19, interessa la circolazione di treni, aerei e metropolitane in tutta il paese. A Parigi funzionano solo poche corse di metro e autobus e i pendolari stanno subendo i problemi maggiori. I sindacati protestano contro l'innalzamento dell'età pensionistica da 60 a 62 anni. Si tratta del secondo sciopero in questo mese, dopo quello del 7 settembre. Sono previste in tutto il paese 231 manifestazioni e i sindacati sperano in una forte mobilitazione. Per Francois Chereque, segretario generale della Confederation francaise dèmocratique du travail (Cfdt) «oggi sarà un'altra grande giornata di mobilitazione popolare» e che «la protesta sta guadagnando il sostegno popolare ». Ottimista anche Bernard Thibault, segretario generale della Confederation generale du travail (Cgt), che ha affermato che «giovedi la mobilitazione sarà alta» e che «il Capo dello Stato deve constatare l'entità del disaccordo altrimenti sarà necessario creare nuove iniziative». Secondo l'ultimo sondaggio pubblicato dal Conseil superieur de l'audiovisuel (Csa) sul quotidiano L'Humanitè, più dei due terzi dei francesi (68%) ha espresso il proprio sostegno e simpatia per lo sciopero contro la riforma delle pensioni proposta. Le differenze di opinione, tuttavia, sono notevoli: l'83% dei sostenitori è di sinistra, il 36% è di destra
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi