Mercoledì 20 Novembre 2019 - Ultimo aggiornamento 19:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Governo: SPI CGIL, ha le ore contate. Il 28 ottobre in piazza per chiedere dimissioni
“Il governo ha le ore contate. La fiducia ottenuta oggi alla Camera è un bluff e non permetterà a Berlusconi di continuare a fare il suo comodo ancora a lungo a discapito dei lavoratori dipendenti, dei pensionati e dei giovani di questo paese”. E’ quanto ha dichiarato il Segretario generale dello SPI CGIL, Carla Cantone concludendo oggi i lavori dell’Assemblea nazionale delle donne pensionate in corso dal 12 ottobre a San Benedetto del Tronto. E’ per questo che il 28 ottobre lo SPI CGIL sarà a Roma in piazza del Popolo per chiedere “una radicale inversione di rotta e le dimissioni di un esecutivo che ha scaricato la crisi solo sulle fasce più deboli e bisognose”.

“Invochiamo il diritto ad avere una pensione giusta e dignitosa, sia per gli anziani di oggi che per quelli di domani. Pretendiamo un’occupazione certa e non più precaria perché solo così si può rendere sostenibile il sistema previdenziale. Chiediamo interventi per recuperare risorse pubbliche attraverso una patrimoniale per le grandi ricchezze, la lotta all’evasione e agli sprechi e non con tagli indiscriminati agli enti locali e al sistema dei servizi di welfare”, ha continuato il Segretario generale dal palco del Palariviera di San Benedetto del Tronto.

“Saremo in tanti in piazza – ha concluso Cantone - insieme ai lavoratori che combattono per difendere il contratto nazionale e ai giovani che chiedono un futuro diverso e migliore. Il 28 ottobre, data che ci ricorda una marcia che ha avviato la pagina più triste della storia recente del paese, sarà per noi l’inizio della fine di un altro ventennio altrettanto nefasto, quello di Berlusconi”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi