Giovedì 23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 07:57
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
LAVORO:CALABRIA;NO A LICENZIAMENTI,SALGONO TERRAZZO EDIFICIO PROTESTA DIPENDENTI AUTOLINEE CONTRO RITARDI PAGAMENTO STIPENDI
(ANSA) - GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA), 13 MAG - Due dipendenti dell'azienda di autolinee Lirosi di Gioia Tauro, che assieme ai loro colleghi stanno protestando per il mancato pagamento degli stipendi di aprile e l'annuncio del licenziamento di 14 unità, sono saliti sulla terrazza di un edificio vicino alla sede della società e minacciano di gettarsi nel vuoto. Sul posto per monitorare la situazione sono presenti agenti del Commissariato di Ps di Gioia Tauro e una squadra di vigili del fuoco. I lavoratori che lamentano, inoltre,il mancato accantonamento delle quote sul Tfr da circa tre anni, hanno anche posto di traverso i pullman della società, che opera nel settore del trasporto pubblico locale su gomma, sulla statale 111 che attraversa la città di Gioia Tauro con il risultato che il traffico è letteralmente paralizzato. Da ieri mattina sono in corso trattative tra l'azienda e i dipendenti, un centinaio nei due rami della società, ma il confronto, al quale in serata, ha partecipato anche il consigliere regionale Fausto Orsomarso, delegato dal presidente Scopelliti ai trasporti, non ha prodotto alcun risultato positivo. «I lavoratori per interrompere la protesta - afferma Pasquale Mungari della Faisa Cisal - chiedono la revoca immediata dei licenziamenti, il pagamento degli stipendi di aprile e il ripristino delle quote del Tfr. L'azienda sostiene di non avere i soldi per assolvere a questi adempimenti ma il consigliere Orsomarso ha assicurato ieri nel corso della trattativa che la Regione ha versato le somme necessarie al pagamento degli stipendi fino al prossimo mese di giugno. Qui dove si registra una pesante fase di stallo si attende un segnale, altrimenti la protesta andrà avanti ad oltranza»
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi