Lunedì 27 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 09:01
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Cassa Integrazione Phonemedia, i lavoratori manifestano all'Inps
La storia infinita. Sembra il titolo di un film, in realtà è solo un altro episodio della saga che ha come protagonisti i lavoratori di Phonemedia. Dopo la firma dell'accordo di proroga degli ammortizzatori sociali, la vicenda che, a detta dei sindacati, avrebbe dovuto vivere un momento di serenità, si è trasformatA in realtà in un incubo per i lavoratori che hanno riscontrato l'ennesima lungaggine nell'erogazione dei pagamenti. Stamane, accompagnati da i rappresentanti sindacali della Cgil, si sono presentati davanti la sede regionale dell'Inps per chiedere spiegazioni sul blocco. Prima dell'incontro si erano recati, nei giorni scorsi, presso l'Assessorato regionale al lavoro per chiedere lo stato dell'arte in merito all'erogazione della Cig. Il funzionario regionale ha informato la delegazione che per il rinnovo doveva essere espletato un obbligatorio iter burocratico che parte dalla conferenza Stato-Regione e si conclude con il seguente accordo regionale. Tornati in Regione, dopo la conferenza, i dipendenti sono venuti a conoscenza, dallo stesso funzionario Giuseppe Mancini, che da quanto emerso durante i lavori di detta conferenza emergeva i un punto sul quale è stata espressa qualche perplessità:cioè le regioni dovrebbero finanziare non più al 30%, ma al 40%. Dubbio, che a suo dire, non avrebbe creato ulteriori disagi poiché in pochi giorni,dopo avere interpellato le altre regioni. Ha anche evidenziato un altro problema riguardante la mancanza dei famosi elenchi degli aventi diritto, ancora ad oggi mancante. Ma comunque, a detta dello stesso funzionario, entrambi i punti non sarebbero stati influenti nell'erogazione della cigd, ma di fronte alla domanda posta dai lavoratori se aspettarsi il regolare pagamento nella prossima mensilità, che abitualmente avviene intorno alla metà del mese, non ha voluto o potuto esprimersi in maniera precisa a riguardo, esortando questi ultimi ad andare all'Inps a chiedere maggiori informazioni. Per niente soddisfatti si sono recati, oggi, presso la sede dell'ente previdenziale per ricevere risposte più concrete. E poco dopo parlando col vice direttore Manna, che ha ribadito la loro non competenza in questa vicenda, in quanto l'Inps sarebbe solo l'ente erogante. Stanchi del rimpallo di responsabilità i lavoratori ex Phonemedia hanno invaso coattivamente le sede dell'ente previdenziale, gesto che non è passato inosservato dai dirigenti che si sono impegnati a sostenere la causa di questi lavoratori.
Daniela Critelli
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi