Martedì 20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Friuli Venezia Giulia, in un anno disoccupati saliti di 12.400 unità. Persi 15.700 posti di lavoro
In Friuli Venezia Giulia, nell'arco di un anno i disoccupati sono saliti di 12.400. I posti di lavoro persi sono 15.700.
''I numeri - commenta Franco Belci, Segretario della Cgil - nel corso di un convegno sulla crisi dell'industria tenutosi a Pordenone - confermano il
riacutizzarsi di una crisi che ha portato per la prima volta la disoccupazione alle soglie del 7%, oltre a determinare un forte aumento degli ''scoraggiati'', cioe' di chi rinuncia a cercare lavoro, soprattutto tra le donne e i giovani''.

Preoccupazione in aumento se consdieriamo anche i dati della cassa integrazione: si tratta di 16,7 milioni di ore autorizzate nei primi 9 mesi del 2012 (+4%), e l'impennata della mobilità, con 4.600 ingressi nel primo semestre, quasi mille in più del 2011.

Notizie negative anche per quanto riguarda l'export: il Friuli Venezia Giulia deve ancora recuperare i livelli del 2008.

''In uno scenario tornato di profonda crisi - ha spiegato Belci - è determinante riprendere il filo di un confronto permanente tra istituzioni, imprese e sindacato. La Giunta Tondo ha fatto l'esatto contrario, illudendosi che fosse sufficiente tamponare le emergenze occupazionali per risolvere i problemi. E anche la Confindustria regionale - aggiunge - dopo aver costruito assieme a Cgil, Cisl e Uil una proposta per indicare prospettive di sviluppo sorrette da idee e proposte, si è adattata - ha affermato il segretario - all'impostazione della Giunta, rinunciando a qualsiasi forma di
interlocuzione critica".

"Da parte nostra - ha proseguito Belci - ci aspettiamo che tutti, a partire dai candidati e dai partiti in corsa per guidare il Friuli Venezia Giulia nella prossima legislatura, condividano la necessità di recuperare un ruolo attivo della Regione nei processi di programmazione, se non altro perche' i tagli di 1 miliardo da parte del Governo obbligherà a riscrivere non solo a riscrivere il bilancio, ma anche il ''patto sociale'' sul quale si è retta per anni
questa regione''.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi