Mercoledì 01 Aprile 2020 - Ultimo aggiornamento 11:19
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Grecia, è scontro duro sulla lista degli impiegati proscritti da licenziare in 24 ore
Si fa di giorno in giorno piu' duro lo scontro fra il ministero greco della Riforma Amministrativa e le Autonomie Locali che rifiutano di compilare le liste dei loro dipendenti destinati alla mobilita' come richiesto dallo stesso dicastero sulla base delle indicazioni dei creditori internazionali del Paese. Oggi, su decisione della Federazione ellenica dei dipendenti nelle Autonomie locali (Poe-Ota), tutti i servizi comunali in Grecia sono stati sospesi mentre stamani si riunira' la segreteria del sindacato ''per riesaminare e programmare una reazione piu' dinamica del settore''. Oggi c’è stata anche una manifestazione di protesta nella centrale piazza Karaiskakis ad Atene con la consueta marcia fino alla sede del ministero della Riforma Amministrativa.

''Con iniziative che ricordano azioni e ricatti mafiosi – si legge in un comunicato del Poe-Ota - il ministero della Riforma Amministrativa ha proceduto alla cancellazione dei nomi dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato nel settore pubblico e nelle Autonomie locali dalle liste degli impiegati. Si licenzia la gente con un semplice colpo di spugna da tutti quei posti di lavoro che rientrano in questa legge vergognosa e incostituzionale'', conclude il documento.
Il ministero aveva chiesto ai responsabili degli Enti Locali di inviare entro 24 ore la lista dei dipendenti da mettere in mobilita' prima del licenziamento definitivo. Diversamente sarebbero stati messi in temporanea sospensione dal lavoro tutti i dipendenti con incarichi amministrativi assunti con contratto a tempo indeterminato, come infatti e' avvenuto.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi