Venerdì 26 Febbraio 2021 - Ultimo aggiornamento 19:05
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Crisi. Disoccupazione e Cassa integrazione: i dati delle Marche

Nei primi tre mesi del 2012 sono state 33mila, con un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le richieste di indennità di disoccupazione e mobilità pervenute all'Inps nelle sole Marche. 18mila sono state le domande di indennità di disoccupazione “a requisiti ridotti”, ovvero avanzate da chi non può avere accesso all’indennità di disoccupazione ordinaria, vista la condizione di precarietà e discontinuità delle mansioni svolte. I dati, resi noti dall’Istat e rielaborati dalla Cgil, dimostrano come la situazione per il ceto medio-basso si stia aggravando, mentre il Paese entra in piena recessione, e in Parlamento ci si appresta a smantellare le tutele garantite dall’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.

Restando ai dati relativi alle Marche, in soli 3 mesi sono stati ben 13mila i lavoratori che hanno richiesto l’indennità di disoccupazione ordinaria, con un aumento del 49% rispetto al primo trimestre 2011. In calo, invece, le richieste da parte di lavoratori che hanno perso il lavoro nell’ambito di procedure di licenziamento collettivo: in 1700 hanno richiesto l’indennità di mobilità, con un calo del 12,8% rispetto all’anno scorso.

E per comprendere la gravità di una crisi occupazionale che si fa sempre più pesante, basta guardare ai dati delle Marche relativi alla Cassa integrazione. Eccezion fatta per le province di Ascoli Piceno e Fermo, i cui dati restano sostanzialmente invariati, le richieste di Cig sono schizzate a livelli allarmanti un po’ ovunque: ad Ancona si registra un +91,7%, a Macerata +123%, a Pesaro Urbino +277,5%; in quest’ultimo caso le richieste di Cig sono quadruplicate. E delle ore di Cig richieste, ne sono state autorizzate complessivamente 7,4milioni (circa il 2% in meno rispetto al 2011): 1,6milioni di Cig ordinaria, 2,4milioni di Cig straordinaria e 3,4milioni di Cig in deroga.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi