Lunedì 20 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 11:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
POLILLO: RINUNCIARE A UNA SETTIMANA DI FERIE PER 1% DI PIL. LANDINI (FIOM): POLILLO DISTANTE DA REALTÀ
Aumentare il tempo di lavoro per far ripartire la produttività. E' la ricetta del sottosegretario all'Economia, Gianfranco Polillo. "Nel brevissimo periodo, per aumentare la produttività del Paese - ha spiegato - lo choc può venire dall'aumento dell'input di lavoro, senza variazioni di costo; lavoriamo mediamente 9 mesi l'anno e credo che ormai questo tempo sia troppo breve". Secondo Polillo, "se noi rinunciassimo ad una settimana di vacanza avremmo un impatto sul Pil immediato di circa un punto".
 
"Mi sembra un'uscita un pò estemporanea e piuttosto distante dalla realtà e dai problemi che abbiamo". Così il segretario generale della Fiom-Cgil Maurizio Landini commenta le dichiarazioni del sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo. "Forse il sottosegretario Polillo non è informato sul fatto che il problema in Italia è che il lavoro non c'è, che adesso nelle fabbriche c'è troppa cassa integrazione. Insomma il problema è creare lavoro e il sottosegretario Polillo dovrebbe sapere che a volte è riducendo e ridistribuendo l'orario ed il carico di lavoro, come è successo in Germania e in altri paesi, che si creano nuovi posti di lavoro" afferma ancora Landini, intervistato a "L'economia in tasca - Gr Rai".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi