Mercoledì 21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
San Raffaele, i lavoratori del turno di notte privati del pasto al sacco
''Dal1 gennaio ai lavoratori che fanno il turno di notte non viene più dato il pasto al sacco, con panini, frutta e acqua. E questo sulla base della disdetta di tutta gli accordi sindacali e aziendali decisa dall'azienda''. A denunciarlo è Angelo Mulè, il coordinatore Rsu dell'ospedale San Raffaele di Milano.

"Per questo oggi andremo a consegnare - continua - all'amministratore delegato, Nicola Bedin, dei sacchetti con pane secco e acqua''. A mettere preoccupazione ai sindacati dell'ex ospedale è anche la mancata convocazione al tavolo per la fase amministrativa dei licenziamenti collettivi.

La prima fase consultiva inffati, ovvero quella con l'azienda, è terminata a dicembre ma senza un accordo, la procedura prevista dalla legge 223 prevede l'avvio di una fase amministrativa di 30 giorni, con la mediazione del ministero del Lavoro e della Regione.

''Ma ad oggi - conclude Mule' - non abbiamo ricevuto alcuna convocazione, e il tempo rimasto e' poco''. Il termine ultimo previsto infatti e' il 20 gennaio, dopo di che l'azienda potrà procedere al licenziamento di 244 lavoratori del comparto, se non sarà stato trovato un accordo.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi