Martedì 14 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento 18:50
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Sicilia, per i forestali il futuro è incerto. In protesta
Sono circa duecento, tra lavoratori forestali, dipendenti dell'associazione regionale degli allevatori (Aras) e dell'Esa quelli che hanno manifestato questa mattina a Palermo, in piazza Indipendenza, davanti alla sede della Regione Siciliana.

I lavoratori, con le sigle sindacali Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil e Confederdia, in protesta contro il mancato riconoscimento degli stipendi relativi agli ultimi due mesi del 2012, ma soprattutto contro la non istituzione, da parte del governatore Rosario Crocetta, di un tavolo tecnico per discutere del loro futuro quantomai incerto.

Con i lavoratori, sotto la pioggia battente, non mancava il segretario generale della Flai-Cgil di Trapani, Giacoma Giacalone, che ha spiegato: "Al di là delle dichiarazioni che Crocetta ha sempre fatto sulla garanzia del lavoro dei forestali e sulla loro produttività, il presidente, alla terza richiesta d'incontro, ancora non ci ha ricevuti".

"Già l'anno scorso abbiamo vissuto momenti difficili - ha aggiunto -, senza alcuna certezza di prosepettiva di lavoro. Quest'anno abbiamo iniziato come l'anno scorso. Non abbiamo percepito gli stipendi residui degli ultimi mesi del 2012, e non abbiamo idea di quando cominceranno a lavorare i dipendenti e i forestali".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi