Venerdì 21 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Caserta, imprenditori: "Ci salviamo solo con il lavoro in nero". Sospesa l'attività
''C'e' crisi, solo con il lavoro nero riusciamo a ridurre i costi e andare avanti''.

Questa è la giustificazione che due imrenditori di Caserta hanno dato ai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Caserta, titolari di due opifici. i carabinieri infatti avevano scoperto 35 lavoratrici impiegate ma senza alcun contratto.

Le stesse operaie, la maggior parte con figli a carico, hanno però dovuto ammettere che il lavoro nero permette loro ''di portare a casa qualcosa a fine giornata''.

Nei giorni scorsi i carabinieri hanno notato nei pressi dei due stabilimenti un afflusso di lavoratori alto rispetto al numero di soggetti assunti indicati dagli imprenditori; quando finisce il blitz, i militari hanno scoperto a Marcianise 28 dipendenti intente alla cucitura di abiti, di cui 25 in nero, mentre a Macerata erano 10 le lavoratrici in nero sulle 20 presenti.

Per i due imprenditori è stata la sospensione dell'attivita' fino alla regolarizzazione delle posizioni delle operaie; i due operatori devono pagare sanzioni amministrative pari a 70mila euro.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi