Mercoledì 19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Chiude la ditta dell’Aurum a rischio 25 posti di lavoro
Una produzione storica rischia di scomparire dalla sua terra e con essa circa 25 operai potrebbero restare senza lavoro. E' la tragica previsione con la quale fanno i conti i dipendenti della Real Aromi, la ditta di Città Sant'Angelo, produttrice di liquori, tra cui il noto Aurum, e che fa parte del Gruppo Illva di Saronno. La direzione della ditta sembra che abbia deciso di spostare la produzione proprio nella città lombarda chiudendo lo stabilimento angolano. Un futuro fortemente in bilico, quindi, quello che si presenta davanti agli occhi degli operai spaventati da quella che potrebbe essere la loro vita nei prossimi mesi, senza stipendio e senza prospettive. Preoccupazioni, queste, che li hanno spinti a chiedere aiuto, per la prima volta, ai sindacati.
«I lavoratori», spiega Paolo Castellucci della Flai Cgil, «si sono rivolti a noi per chiederci una mano nella difesa del loro posto di lavoro. Non si tratta di una ditta in crisi, ma della volontà dei vertici aziendali di spostare la produzione a Saronno, arrecando un grave danno all'economia locale, sia per la perdita in termini di posti di lavoro che della perdita di marchi storici che sono figli dell'Abruzzo". Per scongiurare questo rischio, l'organizzazione sindacale Flai Cgil di Pescara, ha coinvolto il prefetto e ha proclamato per domani uno sciopero con presidio davanti alla prefettura di Pescara. I lavoratori incroceranno le braccia per tutta la giornata lavorativa e saranno davanti alla prefettura dalle ore 9.30. Nella stessa mattinata, è in programma un incontro che il prefetto ha convocato con i vertici aziendali per avere chiarimenti in merito.

Continua a leggere 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi