Martedì 20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Genova, sette morti, quattro feriti e tre dispersi nell'incidente del porto
Sette morti, quattro feriti e tre dispersi. E’ questo il bilancio provvisorio del tragico incidente avvenuto ieri sera nel porto di Genova dove una nave ha abbattuto la torre piloti. Si sta scavando tra le macerie anche con l’aiuto dei cani e cercando in mare nella speranza di trovare i tre dispersi nell’ascensore. L’altra ipotesi è che siano finiti in mare. Dei feriti, ricoverati negli ospedali Galliera e Villa Scassi, nessuno sarebbe in pericolo di vita. Morti, feriti e dispersi appartengono alla Capitaneria di porto e ai piloti del porto di Genova. Intanto, è stata identificata una delle vittime. Si tratta di Daniele Fratantonio, 30 anni, originario di Rapallo, nel Tigullio. Lavorava alla centrale operativa della Guardia Costiera, al momento dell'incidente era nella Torre piloti, come le altre 12 persone coinvolte. Le altre due vittime sono un pilota del Porto e una guardia Costiera.
''E' davvero difficile riuscire a spiegare cosa sia successo, perche' la nave non doveva essere li''', ha detto il presidente dell'Autorita' portuale di Genova Luigi Merlo, che in porto segue le operazioni di ricerca dei dispersi.
''La nave stava uscendo, di questo siamo certi. Ma una nave di quelle dimensioni - ha affermato Merlo non fa manovra li'. E' davvero inspiegabile al momento quanto successo''. La nave che ha investito la torre di controllo dei piloti, la Jolly Nero della società 'Ignazio Messina', ha un dislocamento di 40.594 tonnellate; è lunga 239 metri e ha una larghezza di 30 metre era diretta a Napoli e avrebbe poi fatto rotta per Port Said, in Egitto.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi