Martedì 16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Milano: Obiettivo Lavoro, idee a confronto
APPELLO

Il capitale internazionale ha lanciato da circa venti anni un attacco diretto al lavoro, ai diritti ed alla dignità delle lavoratrici e dei lavoratori in tutto il mondo.
Attraverso un utilizzo spropositato del lavoro flessibile, l’incremento degli orari e della vita lavorativa e, più recentemente, mettendo in discussione i diritti individuali e collettivi, i governi esecutori delle volontà politiche della Bce, stanno intervenendo a gamba tesa nel mondo del lavoro, in Italia come in Europa.
E’un fatto reale l’inadeguatezza delle Organizzazioni Sindacali e dei Partiti italiani nel reagire e respingere questa aggressione. Debolezza, instabilità, frammentazione, disorganizzazione e sfiducia la fanno da padroni in una fase che esige ,invece, determinazione nel contrastare la violenza del capitale e la sua forza egemonica: cedendo all’aggressione, ai ricatti ed alle minacce, facendo concessioni una dopo l’altra, non è possibile prevenire l’aggravamento delle condizioni di vita di chi vive del proprio lavoro, tantomeno invertire la rotta.
E’ necessario quindi che i lavoratori e le lavoratrici si incontrino, condividano le proprie esperienze di lotta e ne facciano scaturire una specifica linea politica sul lavoro valutando uno sbocco collettivo alle singole vertenze e la possibilità di compiere passi pratici in tal senso.
Occorre tornare a ragionare a livello di prospettiva e non solo di contingenza, stabilendo degli obiettivi essenziali concreti e condivisi, mutuati dalle esperienze di lotta nei territori ed elaborati nell’ottica di un modello di sviluppo alternativo al capitalismo, rispettoso dell’ambiente e dei diritti, con al centro la dignità del lavoro, che dia risposte tangibili e concrete in materia di reddito, salario, precarietà, sistema previdenziale, democrazia e rappresentanza, coscienti che tale proposta non può più prescindere da una visione indissolubile tra la lotta per il lavoro e la lotta per i diritti sociali, al fine di costruire un grande movimento che unisca le lavoratrici ed i lavoratori, donne e uomini, disoccupati, precari, giovani, studenti, e anziani.
Con questo obiettivo la Commissione Lavoro della Federazione milanese del Partito della rifondazione Comunista invita tutte e tutti ad intervenire e portare la propria esperienza ed il proprio contributo alla Conferenza delle Lavoratrici e dei Lavoratori del territorio, che avrà luogo sabato
6 luglio 2013 c/o la Sala dell’Acquario, viale Gaudio,2 Milano dalle ore 9.30 alle ore 17.30.

introduce:
Nadia Rosa, Segreteria Prc Federazione Milano
Dalle 10.00 alle 13.00

Interventi di lavoratrici e lavoratori

Franco Tosi Meccanica – Legnano, Aastra Italia Cernusco S/N, Lavoratrice Partita I.V.A.,Teatro della Scala di Milano, San Precario, Ospedale San Raffaele,
Precari Comune Milano, Operatrice Call center, Poste Italiane, Ri-Maflow Trezzano S/N

Contributi

“Immagini del lavoro milanese negli anni della crisi più lunga”
Ermes CAVICCHINI (Direttore Cdrl - Centro Documentazione Ricerche per la Lombardia)

“I nuovi conflitti”
Loris CARUSO (Ricercatore di scienze politica all'Università Bicocca di Milano)

“Km 158 l’esperienza Jabil”
Alessandro BRAGA(giornalista di radio Popolare)

13.30 - 14.30 PRANZO A CURA DEL GAP Zona 6 BARONA

14.30 - 17.30 Interventi e contributi

Matteo Prencipe, Segretario Prc Federazione di Milano

Tecla FARANDA, Avvocatessa e coordinatrice Giuristi Democratici

Giovanna VERTOVA, Docente di Economia Politica Università di Bergamo

Bruno CASATI, già Assessore al Lavoro Provincia di Milano

Claudio CROTTI, sportello mobilitati pensionati disoccupati over 55

Roberta FANTOZZI, Responsabile nazionale lavoro-welfare PRC

Per adesioni : lavoro@rifondazionemilano.org

 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi