Martedì 16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Ravenna, uno sportello della Cgil per 33.000 disoccupati
Si chiama Sportello orientamento al lavoro e con il primo numero dell’Informa Giovani del Sol Cgil della provincia di Ravenna ha inizio un percorso nuovo di informazione e confronto con le tante persone disoccupate che si trovano sul territorio.

In provincia sono più di 33.000 in cerca di lavoro.

“Le enormi difficoltà che in questa fase si riscontrano nel trovare lavoro richiedono uno sforzo straordinario – dichiara il segretario provinciale del Nidil (nuove identità di lavoro) Cgil, Idilio Galeotti -. Come Nidil pensiamo che creare un nuovo sistema di Informa Giovani Sol Cgil, che settimanalmente informi i cittadini sulle nuove offerte di lavoro, sia un primo passo nel cercare di affrontare la situazione e andare incontro a un forte disagio sociale presente anche nella nostra realtà. Le tante persone che incontriamo sono spesso disorientate e demoralizzate dai tanti giri che devono fare per avere un minimo di informazioni e di frequente non sono nelle condizioni di avere un quadro complessivo sulle possibilità di lavoro”.

Il Nidil Cgil ha voluto creare un altro strumento di collegamento con i numerosi lavoratori precari, considerando che il 93% delle 110.405 assunzioni DEl 2012 in provincia è a tempo determinato.

Sul totale assunzioni risultano e, proprio a causa della precarietà lavorativa, più contratti a persona durante l'anno. “Intendiamo costruire un dialogo con tutti i cittadini – aggiunge Galeotti – fornendo uno strumento informativo che invieremo via email e nel quale inseriremo tutte le offerte di lavoro che ci pervengono dal servizio per l’impiego provinciale, dalle agenzie interinali. Altre informazioni possono arrivare direttamente dalle categorie del sindacato e dai settori economici. Figureranno inoltre tutte le indicazioni attinenti ai corsi professionali e concorsi che ci vengono comunicati dalla provincia e da vari enti proponenti. A questo proposito intendiamo creare una rete di dialogo e confronto con gli altri Informa giovani e con il servizio per l’impiego, con le agenzie interinali, come con tutte le istituzioni e parti sociali che riterranno utile avviare un percorso di collaborazione e di promozione di tale servizio”.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi