Lunedì 17 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento 10:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


GEnova, all'azienda del trasporto pubblico continua la protesta degli autisti, verso lo sciopero generale
A Genova, continua l’occupazione del primo piano della sede dell’Amt, l’azienda del trasporto pubblico, dove ci sono gli uffici della presidenza, della direzione e dei dirigenti. I lavoratori sono decisi a mantenere l'occupazione fino a quando l'azienda non ritirerà la disdetta del contratto integrativo a partire da febbraio 2015.

In un comunicato il Comune di Genova afferma "la disdetta formale non significa azzerare l'integrativo ma avviare una trattativa tra azienda e sindacati per salvare Amt". Oggi è previsto un incontro in Confindustria, sulla cui utilità gli autisti nutrono molti dubbi. Nei giorni scorsi il sindaco di Genova Marco Doria ha ricevuto una delegazione di lavoratori di Amt ma nessun accordo e' stato raggiunto.

I lavoratori Amt hanno detto che continueranno l'occupazione pacifica degli uffici aziendali e confermano uno "sciopero del trasporto pubblico a Genova" tra il 24 e il 29 novembre. ''La disdetta produce un impatto molto forte sulle retribuzioni - denuncia il sindacalista della Faisa Cisal Mauro Nolaschi. Lo scorso anno, a novembre, i lavoratori dell'Amt fecero cinque giorni di sciopero autogestito, paralizzando la città contro le proposte dell'azienda per evitare il fallimento. La protesta finì con la firma di un accordo, garante la Regione, che passò grazie a un blitz dei sindacati confederali.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi