Sabato 17 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 12:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Immigrati, la protesta davanti al tribunale di Brindisi degli "schiavi del fotovoltaico"
Hanno protestato intonando canti africani, davanti al Tribunale di Brindisi: una quarantina di immigranti hanno voluto denunciare così di aver lavorato negli scorsi anni, assieme ad altre centinaia di immigrati, alla costruzione di parchi fotovoltaici nel Salento e di essere ancora in attesa del pagamento del 70% degli stipendi e del Trattamento di fine rapporto.
La manifestazione si e' svolta in coincidenza con una delle udienze del fallimento della societa' 'Tecnova Italia Srl', sottoposta anche a inchieste penali non solo per l'irregolarita' nella realizzazione degli impianti ma anche per lo sfruttamento di centinaia di lavoratori immigrati. Alcuni degli stranieri, i cosiddetti "schiavi del fotovoltaico", sottopagati e sfruttati, che provengono da varie localita' dell'Africa e che - a quanto affermano - hanno tutti regolare permessi di soggiorno, indossavano magliette con il logo della societa'.
Nel novembre del 2012 in 90 avevano protestato, sempre dinanzi al palazzo di giustizia di Brindisi, per le stesse rivendicazioni: una delegazione era stata poi ricevuta dal giudice che segue la vicenda. Uno degli stranieri ha spiegato di aver ricevuto comunicazione dal tribunale fallimentare che, vista la condizione di mancanza di liquidita' della societa', gli spettano solo 3 euro di Tfr a fronte di una pretesa di migliaia di euro; ad altri spetterebbe invece una liquidazione di 100 euro.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi