Venerdì 18 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 08:30
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Teatro Eliseo (Roma), i sindacati chiedono la convocazione di un tavolo urgente. Domani lo sfratto
Ultimo giorno di speranza per i lavoratori del Teatro Eliseo di Roma, in assemblea permanente da luglio per impedirne la chiusura. Il giorno previsto per lo sfratto, infatti, e' domani, martedi' 30 settembre. Un altro colpo per la cultura a Roma dopo sgombero del Valle occupato e del Cinema America, quest'ultima sala sgomberata e chiusa. Per l'Eliseo si parlava di un possibile accordo tra i proprietari delle mura e una cordata di imprenditori disposti ad affittarlo ma per ora c'e' stato un nulla di fatto. Nonostante lo sfratto tuttavia si continua a lavorare tra le mura dello storico teatro romano dove persino oggi pomeriggio ci sono state prove per gli spettacoli in cartellone. "Non vogliamo mollare perche' l'Eliseo non deve chiudere" dicono i dipendenti, che per questo si ritroveranno tutti insieme domani mattina dalle ore 9.30 al Teatro, col direttore Massimo Monaci. "Il clima e' teso, siamo stanchi ma speranzosi. La stagione c'e', e' fatta, non si puo' bloccare", spiegano le maestranze in assemblea permanente.  Le organizzazioni sindacali Slc-Cgil e Uilcom-Uil di Roma e del Lazio ricordano in una nota che contro "lo sfratto voluto dalla Società Immobiliare proprietaria dell'edificio", avevano chiesto "con forza uno slittamento che potesse garantire la tutela della stagione 2014-2015. Ma ad oggi, siamo rimasti inascoltati. A tutto questo - aggiungono- si accompagna la sorda indifferenza delle Istituzioni comunali e regionali che, dopo un iniziale incontro, hanno lasciato al loro destino le maestranze ed il teatro stesso". I sindacati "si aspettano un atto di responsabilità da tutti i soggetti coinvolti in questa vicenda e per questo rivolgono l'ennesimo appello alle istituzioni locali e non solo, per la convocazione di un tavolo urgente con la società proprietaria dell'immobile (Eliseo Immobiliare s.r.l.), la società di gestione (Eliseo teatro srl) oltre che i soggetti terzi interessati a subentrare ed i rappresentanti dei
lavoratori", concludono le sigle.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi