Mercoledì 18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 23:19
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Call center Dynamical: Call2Net, legittimità nostro operato riconosciuta da tribunale
Pubblichiamo la richiesta di rettifica ai sensi dell’articolo 8, Legge 8 febbraio 1948, n. 47, sostituito dall’art. 42, Legge 5 agosto 1981, n. 416.

CallCenterNet Italy S.r.l., con riferimento all’articolo intitolato “Call Center Dynamicall: SLC CGIL Cagliari denuncia “70 posti bruciati in 3 anni”, pubblicato on line in data 2 settembre 2014, rileva quanto segue. L’identificazione di CallCenterNet Italy S.r.l. come società che vuole sfruttare agevolazioni contributive violando le nome sul diritto del lavoro è infondato e fuorviante.

CallCenterNet Italy S.r.l., nella sua qualità di società committente della Commessa Enel Energia Inbound, ha affidato con decorrenza dall’1 gennaio 2013 alla Dynamicall srl il subappalto della gestione dei servizi inbound, seguendo le norme di legge e senza che in alcun caso si sia dubitato in qualsivoglia sede della piena legittimità e trasparenza del suo operato.

La società, infatti, che MAI ha usufruito di sgravi fiscali, ha affidato il subappalto dei servizi della commessa “Enel in-bound”, nel rispetto ed in ossequio di accordi sindacali sottoscritti con le OO.SS di categoria territoriali e nazionali.

Peraltro, la legittimità dell’operato della società è stata riconosciuta con provvedimento giudiziale depositato in data 15 maggio 2014, con il quale il Tribunale di Cagliari, in funzione di Giudice del lavoro, ha altresì condannato la SLC CGIL alla rifusione delle spese di lite.

Viceversa, il tenore dell’articolo, tale da indurre il lettore nel convincimento per cui CallCenterNet Italy S.r.l. avrebbe operato in continuo sfruttamento ed in violazione delle norme del diritto del lavoro, è contrario a verità e gravemente dannoso per l’immagine della Società.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi