Lunedì 30 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 14:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Pensioni, dal primo gennaio quattro mesi in più per lasciare il lavoro. Grazie Renzi!
Per andare in pensione saranno necessari quattro mesi in più a partire dal 2016. A confermarlo è il decreto del ministero dell'Economia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale allo scadere del 2014 sull'aumento delle aspettative di vita. I requisiti d'età per le diverse categorie, lavoratori del pubblico o del privato, uomini e donne, saranno così spostati in là di una stagione, ma le novità non si fermano qui: viene aggiornato anche il sistema delle quote, che vigeva per tutti prima dell'arrivo della riforma Fornero e che ora resta in piedi per determinati target, tra cui però ci sono anche gli esodati, nonché‚ i prepensionati del pubblico impiego. Per loro da gennaio del prossimo anno il diritto all'uscita verrà conquistato solo una volta raggiunta quota 97,6. "Siamo scesi in piazza per chiedere politiche concrete per il lavoro - commenta Susanna Camusso, leader della Cgil - e per dire di no a norme che il lavoro non lo aiutano, che non aiutano i giovani e non danno risposte nemmeno alle troppe persone rimaste bloccate dalla riforma Fornero", ricorda la leader del sindacato di Corso d'Italia. E avverte: "Ci aspetta un anno complesso, fatto di altre battaglie".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi