Mercoledì 17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, rischio precettazione per lo sciopero Tpl del sette agosto. Usb: "E' perfettamente legale!"
Per la giornata di venerdi' 7 agosto il sindacato Usb ha proclamato quattro ore di sciopero, dalle ore 8,30 alle 12,30. La protesta potrebbe interessare bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo e Termini-Centocelle. Sempre per il 7 agosto sono possibili disagi anche sulle linee di bus periferiche, gestite dalla societa' Roma Tpl, per lo sciopero di 4 ore, dalle ore 8,30 alle 12,30, indetto dai sindacati Cgil, Cisl e Uil.
Sulla mobilitazione Usb pende la scura della precettazione. In una intervista al Messaggero il neo-assessore Esposito si scaglia con violenza contro l’organizzazione sindacale di base rea di aver indetto una protesta contro la privatizzazione.
In realtà l’iniziativa di lotta è perfettamente legale, come sottolinea in una nota Usb. “Lo sciopero che abbiamo indetto per il 7 agosto –sottolinea Guido Lutrario, di Usb Lavoro privato – è perfettamente legale, si svolgerà dopo 11 giorni dal precedente (la legge dice 10) e fuori dalle fasce di garanzie che vanno dal 28 luglio al 3 agosto e dall’10 al 20 agosto. Sarà l’ennesima protesta per ribadire quello che diciamo da anni, inascoltati”. “Noi siamo disponibili al confronto - conclude Lutrario - se dall’altra parte ci si dispone ad ascoltare le ragioni di chi lavora. Abbiamo sempre sostenuto che le ragioni dell’utenza e quelle dei lavoratori non sono in contraddizione tra loro. La nota stonata la fanno i super stipendi dei dirigenti, i frequenti casi di malagestione o gli utili di impresa, che in un servizio collettivo non dovrebbero essere contemplati”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi