Domenica 18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 12:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Electrolux di Forlì: reazione dei lavoratori contro l'azienda che licenzia un lavoratore disabile
L'immediato reintegro sostenuto dallo sciopero. La Rsu dell'Elecctrolux di Forli' non molla la battaglia per il lavoratore disabile allontanato venerdi' dalla sua postazione e poi licenziato. Una "vicenda assurda che puo' compromettere gravemente l'immagine della multinazionale ben oltre l'episodio". Secondo quanto e' stato ricostruito, un operaio parzialmente inabile, a cui da anni e' riconosciuto l'obbligo certificato a lavorare parte del tempo seduto, e' stato "improvvisamente" licenziato dalla direzione. Venerdi' scorso prima e' stato accompagnato fuori dallo stabilimento in orario di lavoro e subito dopo gli e' stato notificato il licenziamento, con lettera dove si dichiara che "in mancanza di posizioni compatibili con le prescrizioni mediche, sia nello stabilimento di Forli', sia in tutto il gruppo Electrolux in Italia non vi sono condizioni idonee al lavoro".
Una "bufala al cubo" per le Rsu per cui il licenziamento sara' vagliato della commissione prevista dalla legge 604. Rimane un atto "abominevole, vergognoso, discriminatorio, intimidatorio e falso. In un'azienda di 1.000 dipendenti, qual e' Electrolux di Forli' e in un gruppo di 6.000 dipendenti e' una vergogna solo pensare una tale corbelleria". Dopo lo sciopero di venerdi' scorso e' stato chiesto un incontro con la direzione per avere il reintegro, ma la risposta e' stata picche. Cosi' si va avanti con lo sciopero e l'assemblea dei lavoratori di domani.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi