Martedì 25 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento 00:35
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Asili e scuole d'infanzia: Usb chiede a Tronca di sospendere le procedure per il licenziamento del precariato
Dopo gli impegni sulle precarie di nidi e scuole d’infanzia, assunti dal ministro Madia a seguito della forte mobilitazione delle lavoratrici nel corso dell’incontro avvenuto lo scorso 13 maggio al ministero, l’USB chiede che il Commissario straordinario di Roma capitale Tronca sospenda le procedure contenute nella Deliberazione n. 74 del 2016, che non risolveranno il problema per tutte le precarie e produrranno licenziamenti di massa.

Come comunicato dallo stesso Ministro Madia, la proposta normativa allo studio da parte del Ministero della P.A., finalizzata ad una soluzione idonea per tutte le diverse realtà territoriali italiane e ad assicurare continuità lavorativa e processi di stabilizzazione per le precarie, avrà carattere generale.

"Sarebbe dunque gravissimo che mentre il Governo nazionale, lo stesso che ha nominato l’Amministrazione commissariale da novembre alla guida della città - si legge in una nota - sta procedendo a definire un percorso che salvaguardi gli attuali posti di lavoro, al contrario Roma Capitale si appresti ad adottare provvedimenti per il più grande licenziamento di massa in Italia, con 5.000 precarie messe alla porta".

A tutela di tutto il personale coinvolto, l’USB sta promuovendo ulteriori azioni di mobilitazione, nonché l’impugnazione della Deliberazione 74, per impedire in ogni sede ed in ogni luogo che anche solo una precaria possa essere licenziata.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi