Lunedì 17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 11:14
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Referendum, la Consulta blocca quello sull'art. 18 e dà l'ok a "Voucher" e "Appalti". Camusso: "Possibile ricorso a Corte europea"
Il referendum sull'art. 18 non si farà: la Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il quesito. Il referendum proposto dalla Cgil puntava ad abrogare le modifiche apportate dal Jobs Act allo Statuto dei lavoratori e a reintrodurre i limiti per i licenziamenti senza giusta causa. Via libera invece ai quesiti sui voucher e sulla responsabilità in solido appaltante-appaltatore. Obiettivo del primo quesito proposto dalla Cgil era quello di ristabilire la reintegra per chi è stato licenziato ingiustamente nelle aziende anche sotto i quindici dipendenti. Tra i maggiori avversari di questo referendum il giudice costituzionale Giuliano Amato (ex presidente del Consiglio), nominato da Napolitano. 

 "Continueremo la nostra iniziativa e valuteremo nei prossimi giorni tutte le possibilita' per ristabilire i diritti, compreso il ricorso alla corte europea
sulla normativa sui licenziamenti", ha detto la leader della Cgil Susanna Camusso nel corso della conferenza stampa convocata nel pomeriggio in corso d'Italia. 
Camusso ha polemizzato direttamente con il Governo, accusato di aver fatto intervenire l'avvocatura dello Stato "per scelta politica" in quanto non era un atto dovuto. Secondariamente, ha invitato palazzo Chigi a fissare subito la data del referendum. Infatti l'appuntamento con le urne voluto dalla Cgil potrebbe subito uno slittamento di un anno qualora intervenisse una crisi politica del Governo e si presentasse la necessità del voto politico. C'è poi da tener conto della possibilità che qualora intervenisse una legge, per quanto riguarda i voucher il refrendum potrebbe saltare. Su questo punto ancora non si è capito bene la Cgil cosa vuole fare. Da un lato vuole azzerare l'attuale normativa sui voucher, dall'altro ha lanciato segnali su una possibile trattativa.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi