Venerdì 21 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento 10:37
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Logistica, per i sindacati la situazione non è più sostenibile. "Va ripensata completamente"
"Il settore della logistica va ripensato completamente oppure sara' sempre peggio: lo abbiamo detto chiaramente ai ministeri competenti". Cosi' Cgil con Filt-Cgil, Cisl con Fit-Cisl e Uil con Uiltrasporti a margine del tavolo della logistica a cui hanno partecipato assieme alla Viceministra del Lavoro Teresa Bellanova, a funzionari dei Ministeri dell'Interno, dello Sviluppo Economico e dei Trasporti e le associazioni datoriali Confetra e Fedit.

"I lavoratori sono sfruttati e in balia di episodi di caporalato e le aziende rischiano di chiudere- spiegano i sindacati confederali con le federazioni dei trasporti - Noi come organizzazioni sindacali ci siamo, ma non basta: il sistema va ripensato completamente perche' appalti e subappalti proliferano e non tutte le aziende applicano il contratto collettivo nazionale di settore. Questo genera concorrenza sleale fatta su stipendi e diritti dei lavoratori, il malessere dei quali diventa disagio sociale".

Secondo Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti "va usata, ove necessario la legge 199/16 sul caporalato rispetto alla flagranza di reato per gli aguzzini che sfruttano i lavoratori e per le imprese che ne fanno uso. È importante ricomporre la filiera degli appalti, facendo in modo che sia scelta l'offerta economicamente piu' vantaggiosa, evitando quindi di scaricare i costi sui lavoratori. Chiediamo anche- continua la nota- che i fenomeni distorsivi legati a forme di ricatto nei confronti delle aziende e dei lavoratori da parte delle imprese spurie siano contrastati con la durezza necessaria per fare in modo che un settore che cresce di 5-7 punti percentuali annui grazie all'e-commerce sia caratterizzato da formazione dei lavoratori, sicurezza sul luogo di lavoro e legalita', tutti elementi imprescindibili. Ci aspettiamo di trovare soluzioni assieme ai Ministeri presenti al tavolo e alle associazioni datoriali. Il tavolo e' aggiornato a data da destinarsi per dare alle parti il tempo di elaborare proposte".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi